Promuovere i valori della solidarietà e della cooperazione, anche attraverso opere di inclusione, assistenza e sostegno sociale.


Istituzione di un registro nazionale, alias "patentino" NON a scopo esclusivo, bensì inclusivo, con obiettivo il CENSIMENTO e la TUTELA di tutti coloro che offrono prestazioni musicali. 

L' accesso a quello che - impropriamente - potremmo definire un "albo" non sarà precluso ai non professionisti, ma permetterà a tutti di lavorare a tutela dei propri diritti e quelli dei propri coscritti.

Già dai primi giorni di marzo, appena nel nostro Paese è esplosa l’emergenza covid-19 e prima delle misure di lockdown, a Ciampino nasceva una rete di attivisti e attiviste con l’obiettivo iniziale di fare la spesa e piccole commissioni alle persone più esposte come anziani e immunodepressi. E’ così che nasce Casa Ciampino, un’esperienza di mutualismo sorta dal basso - come le tante nate in tutta Italia - in risposta all’aggravarsi della crisi sanitaria, libera associazione di cittadine e cittadini che si mettono in rete con le realtà sociali organizzate per aiutare la propria comunità. L’esperienza evolve presto in una vera e propria rete solidale di consegne di pacchi alimentari, per far fronte alle richieste che iniziano ad arrivare. Ciò è stato possibile grazie al coordinamento di Nonna Roma (che in tutta la Capitale si occupa da tre anni di povertà alimentare) e delle associazioni locali Officine Civiche e Ciampino Bene Comune.

E' ufficialmente aperta la nostra SOTTOSCRIZIONE A PREMI per sostenere i progetti di Officine Civiche!

Acquistando un biglietto potrai aiutare l’associazione a portare avanti le sue attività di mutualismo e impegno sociale sul territorio di Ciampino, tra cui: DoPòLiS, la scuola popolare che si occupa di contrastare la dispersione scolastica e le povertà educative; lo Sportello Sociale & Solidale, presidio di sostegno e mediazione per il lavoro, il reddito e l’istruzione per gli adulti; i progetti e le lotte per la tutela del territorio, per l’ambiente, i Beni Comuni, la democrazia partecipata, i diritti di tutte e tutti.

fra. 

Nous avons abrégé et traduit en français et en arabe les principales informations sur les bons d'achat émis par la municipalité pour l'urgence Covid-19, pour les résidents de Ciampino qui ne savent toujours pas bien lire en italien. Pour plus d'informations, contactez-nous sur cette page.

 

In Italia, in questi ultimi giorni, sono state respinte 629 persone, tra cui 123 minori non accompagnati, 15 feriti da ustioni chimiche, 11 bambini piccoli e 7 donne incinte: Sono stati respinti in nome della sovranità, in nome del patriottismo e della tutela degli interessi nazionali. Un gigantesco controsenso, se si pensa che una delle cose per cui andare più orgogliosi del nostro paese era proprio il soccorso in mare. Un controsenso che affonda le sue radici in un nazionalismo ottocentesco sballato e antistorico, che nulla ha a che fare con l’amor patrio e con le basi fondanti della nostra Repubblica: la sua Costituzione e la sua storia antica e recente.

eng. 

We translated in English, Spanish and Romanian, the main informations about shopping vouchers released by the municipality for covid-19 emergency, for those residents in Ciampino who still can't read well in Italian. For further info, contact us on Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Abbiamo inaugurato queste festività invernali con un’iniziativa di fine anno al Parco della Folgarella, uno degli spazi urbani più abbandonati, uno dei quartieri ciampinesi maggiormente colpiti dalla congestione urbana, dall’inquinamento, dall’aggressione dell’edilizia privata e dalla conseguente esclusione sociale. Il nostro doposcuola popolare ha svolto, negli ultimi mesi, diversi laboratori ludico-educativi in questo ed altri spazi, che come cittadini sentiamo nostri e di cui vogliamo prenderci cura, ai quali hanno partecipato anche alcune delle famiglie e dei soggetti provenienti dai contesti abitativi più fragili del territorio, in particolar modo il campo rom della Barbuta, esclusi dal tessuto sociale urbano anche per colpa degli attori politici ai vari livelli, sordi e ciechi di fronte all’emarginazione almeno quanto lo sono di fronte alle sue cause strutturali.

Un vino locale di qualità, prodotto da una cantina di famiglia che si riscopre al femminile. Una bicicletta autoprodotta dalle realtà conflittuali che si battono per un modello di mobilità sostenibile e sicuro. Un cesto di tisane provenienti da cooperative agricole del sud del mondo, acquistate con una filiera solidale e alternativa alla grande distribuzione. E poi artigianato, cosmesi naturale, pezzi unici di artisti emergenti, il tutto realizzato da donne giovani, creative e geniali!

L’associazione Officine Civiche aderisce formalmente alla manifestazione nazionale che si terrà a Roma il 24 settembre, in sostegno del popolo curdo e dell’esperimento politico in Rojava, per chiedere la fine dell’isolamento carcerario del leader curdo Abdullah Ocalan, contro le politiche repressive e di aggressione militare di Erdogan e contro l’accordo tra UE e Turchia sui rifugiati, organizzata dalla Rete Kurdistan Italia e dall’Ufficio d’Informazione sul Kurdistan in Italia. La nostra adesione va ben oltre la semplice testimonianza di supporto internazionale verso una situazione “lontana”, ma rientra a pieno titolo nelle battaglie per la democrazia, l’ambiente, i diritti civili che riguardano anche noi, la nostra comunità e il ruolo che le nostre realtà locali si prefiggono di ricoprire nel mondo attuale e nel futuro.