Lorenzo Natella

27 Settembre 2019

“Tutti insieme famo paura!”

Scritto da: Lorenzo Natella

“Tutti insieme famo paura”, cantano in coro i ragazzi delle scuole superiori romane. “We want you to panic”, “il nostro futuro vale più dei vostri profitti”, “Capitalismo Colonialismo e Carbone sono i demoni da combattere per salvare il pianeta”, sono alcune delle frasi scritte su cartelli fatti a mano e striscioni colorati, insieme alla più…

Continua a leggere

8 Agosto 2019

Decreto sicurezza bis: uno strumento del potere contro i più deboli

Scritto da: Lorenzo Natella

Sul decreto sicurezza bis c’è un dato giuridico e un dato politico. Il primo è rappresentato dall’ombra di incostituzionalità del decreto, come osservato da quasi tutti gli esperti di diritto costituzionale, poiché il decreto violerebbe, soprattutto nei primi due articoli, le norme della Costituzione che parlano espressamente di solidarietà e di adeguamento alle leggi internazionali…

Continua a leggere

17 Giugno 2019

Città ribelli, movimenti e rappresentanza

Scritto da: Lorenzo Natella

Da qualche anno come realtà sociale abbiamo osservato, studiato e raccontato il movimento municipalista globale, che proprio dalle città (le articolazioni dello Stato più prossime ai cittadini) sta cercando di declinare in senso democratico radicale le sfide della rappresentanza per il governo pubblico dei Beni Comuni, della sostenibilità ambientale e sociale, della sovranità popolare sui…

Continua a leggere

21 Ottobre 2018

Botswana, il paese africano che si è aiutato a casa sua (senza di noi)

Scritto da: Lorenzo Natella

Aiutiamoli a casa loro, dicono. Innanzitutto, diciamo noi, va premesso che una giusta accoglienza di chi emigra in cerca di una vita migliore prescinde dall’esigenza di creare le condizioni affinché nessuno in futuro debba scappare da fame, guerre o repressione. La necessità che nessuno muoia in mare, la libertà di movimento per i lavoratori, la…

Continua a leggere

28 Settembre 2018

Il bagno di Messalla

Scritto da: Lorenzo Natella

Tutte le mattine il Console Marco Valerio Messalla Corvino amava farsi una nuotata nella piscina della sua villa di campagna. Una vasca circondata da sette statue raffiguranti i figli della mitologica Niobe – anche se da qualche giorno un’ottava sagoma umana, silenziosa e triste sul bordo della piscina, appariva agli occhi del Console impegnato nei…

Continua a leggere

22 Agosto 2018

Politica pubblica e partecipazione contro il saccheggio del territorio

Scritto da: Lorenzo Natella

Il disastro del ponte Morandi crollato a Genova ha orientato il dibattito pubblico, fortemente inquinato dal tifo irrispettoso di curve politiche avversarie, intorno al tema della gestione delle autostrade e in generale dei settori strategici del Paese. Pubblico o privato, Stato o liberalizzazioni: questo dibattito viene da molto lontano, non è certo frutto delle idee…

Continua a leggere

1 Agosto 2018

L’Africa dimenticata: conflitto, migrazioni, nemici comuni

Scritto da: Lorenzo Natella

A differenza di quanto sostengono sia il campo etnico-sovranista che quello imperialista e neo-coloniale, l’Africa ha bisogno del mondo così come il mondo ha dannatamente bisogno dell’Africa. Non c’è nessuno scontro tra un noi e un loro, non c’è nessun piano di sostituzione e soprattutto non c’è nemmeno l’ombra di quella che si definisce un’invasione….

Continua a leggere

12 Giugno 2018

La Patria è l’Altro: chi non accoglie, la tradisce

Scritto da: Lorenzo Natella

In Italia, in questi ultimi giorni, sono state respinte 629 persone, tra cui 123 minori non accompagnati, 15 feriti da ustioni chimiche, 11 bambini piccoli e 7 donne incinte: Sono stati respinti in nome della sovranità, in nome del patriottismo e della tutela degli interessi nazionali. Un gigantesco controsenso, se si pensa che una delle…

Continua a leggere

18 Marzo 2018

La lezione di Marielle, anche per noi

Scritto da: Lorenzo Natella

Viviamo in un periodo segnato da una forte percezione ultra-securitaria, fomentata ad arte dalla politica e dai mass-media, che spesso si pone in contraddizione con i dati reali. Così, mentre i Salvini di tutta Italia fondano parte del proprio consenso sulla narrazione dell’emergenza perenne, che diventa paura del diverso, mentre il governo uscente si fa…

Continua a leggere

5 Dicembre 2017

Pristina: La “città ribelle” che non ci lascia alibi

Scritto da: Lorenzo Natella

Spesso sentiamo dire ai nostri politici locali che il governo della città non è mica una cosa facile, che a urlare il proprio malcontento sono capaci tutti ma ben altra fatica è scontrarsi con le difficoltà degli enti locali, con il contesto circostante che non aiuta, con le regole dell’economia che legano le mani anche…

Continua a leggere