Lorenzo Natella

7 Luglio 2016

Reverberi resiste

Scritto da: Lorenzo Natella

La variante urbanistica di cui si parla tanto dalla scorsa estate a Ciampino è detta “Programma Integrato di intervento localizzato in Via Reverberi”, che in parole povere significa che il Piano regolatore si cambia a pezzetti, di volta in volta, a seconda delle singole richieste di influenti costruttori privati che da anni in questa città…

Continua a leggere

12 Maggio 2016

Convergere le lotte: la Francia della #NuitDebout

Scritto da: Lorenzo Natella

Stando al racconto dei mass-media tradizionali italiani, ciò che sta succedendo nell’ultimo mese in Francia, può essere riassunto come una massiccia rivolta studentesca e sindacale contro il “Jobs Act francese”, condita di saltuari scontri tra polizia e incappucciati. In realtà il movimento esploso in Francia il 31 marzo di quest anno (che si chiama #NuitDebout…

Continua a leggere

23 Marzo 2016

Che succede in Europa?

Scritto da: Lorenzo Natella

In queste ore di tristezza e sgomento mi è tornato in mente un ricordo piuttosto metaforico. Due anni fa, visitando il Belgio per vacanza, la città di Bruxelles mi ha accolto con una manifestazione in piazza Luxembourg, sotto al Parlamento europeo, di curdi-yazidi che protestavano contro l’Isis e contro l’immobilismo delle istituzioni europee nei confronti…

Continua a leggere

13 Gennaio 2016

Mc Donald’s anche a Frattocchie, era proprio necessario?

Scritto da: Lorenzo Natella

E’ ufficiale: con la prossima apertura di un nuovo punto ristorazione della catena Mc Donald’s a Frattocchie (svincolo Appia/Nettunense), noi ciampinesi saremo circondati! Scherzi a parte, due delle principali porte d’ingresso al nostro territorio comunale, prima l’uscita del GRA in viale Kennedy e ora l’Appia nuova, avranno come biglietto da visita due Mc Donald’s, pensati…

Continua a leggere

12 Novembre 2015

Migranti a Ciampino: il ruolo delle realtà civiche, a tutela della trasparenza e della dignità umana.

Scritto da: Lorenzo Natella

P. è un ragazzo nigeriano di 19 anni. E’ venuto in Italia perché dalle sue parti non c’è più prospettiva di lavoro, prospettiva di vita, perché la sua città è ormai in mano alla criminalità internazionale, la corruzione si è mangiata l’economia locale, gli attentati dei gruppi islamisti hanno paralizzato gli investimenti e la vita…

Continua a leggere