Lorenzo Natella

30 Gennaio 2020

Economia popolare, fra la via Emilia e il West

Scritto da: Lorenzo Natella

Cooperative rosse, cooperative bianche, false coop, modello Buzzi, business dell’accoglienza. Sono termini che fanno parte del linguaggio comune dell’Italia contemporanea, che parlano di questioni reali, di problemi anche strutturali del nostro paese. Li sentiamo da sempre, li abbiamo sentiti nuovamente durante la campagna elettorale in Emilia Romagna proprio perché quella terra rappresenta il cuore storico…

Continua a leggere

10 Dicembre 2019

La svendita del territorio corre sui fili delle luminarie

Scritto da: Lorenzo Natella

Che il potere politico a Ciampino, ormai da anni, faccia gli interessi di privati impegnati solo nella ricerca della rendita sul nostro territorio, non è un mistero per nessuno. Ma quando abbiamo visto l’albero di Natale del Comune addobbato con tanti dischetti di cartone con impresso il logo di Aeroporti di Roma, siamo decisamente tutti…

Continua a leggere

26 Novembre 2019

Mogadiscio Connection

Scritto da: Lorenzo Natella

In questi giorni, dalle pagine social della comunità ciampinese, si è parlato di Andrea Millevoi, militare italiano caduto in Somalia nel ‘93 e sepolto a Ciampino. Si è avanzata l’idea di dedicare una via della città a questo ragazzo, che ci addolora aver avuto come concittadino solo dopo l’estremo saluto alla vita. Siamo totalmente d’accordo….

Continua a leggere

14 Novembre 2019

Dio, litio e piombo: storia nascosta di un golpe

Scritto da: Lorenzo Natella

La wiphala sventola accanto alla bandiera nazionale boliviana, in mano agli indios, ai contadini e ai minatori che stanno protestando contro i militari e a sostegno di Evo Morales, il primo presidente indigeno e il primo a dare educazione, welfare e diritto di cittadinanza a migliaia di reietti dalla faccia scura e dalle lingue arcaiche….

Continua a leggere

31 Ottobre 2019

Uruguay tra riforme e militanza sociale: intervista a Miguel Estevez

Scritto da: Lorenzo Natella

Proseguono le nostre chiacchierate con esponenti dei movimenti latinoamericani in questo ottobre particolare, che è iniziato con le proteste e le terribili immagini di repressione dall’Ecuador e dal Cile da parte di due governi della destra neoliberista, ma sta per chiudersi con una serie di vittorie elettorali dei governi popolari e socialisti, tra cui la…

Continua a leggere

27 Settembre 2019

“Tutti insieme famo paura!”

Scritto da: Lorenzo Natella

“Tutti insieme famo paura”, cantano in coro i ragazzi delle scuole superiori romane. “We want you to panic”, “il nostro futuro vale più dei vostri profitti”, “Capitalismo Colonialismo e Carbone sono i demoni da combattere per salvare il pianeta”, sono alcune delle frasi scritte su cartelli fatti a mano e striscioni colorati, insieme alla più…

Continua a leggere

8 Agosto 2019

Decreto sicurezza bis: uno strumento del potere contro i più deboli

Scritto da: Lorenzo Natella

Sul decreto sicurezza bis c’è un dato giuridico e un dato politico. Il primo è rappresentato dall’ombra di incostituzionalità del decreto, come osservato da quasi tutti gli esperti di diritto costituzionale, poiché il decreto violerebbe, soprattutto nei primi due articoli, le norme della Costituzione che parlano espressamente di solidarietà e di adeguamento alle leggi internazionali…

Continua a leggere

17 Giugno 2019

Città ribelli, movimenti e rappresentanza

Scritto da: Lorenzo Natella

Da qualche anno come realtà sociale abbiamo osservato, studiato e raccontato il movimento municipalista globale, che proprio dalle città (le articolazioni dello Stato più prossime ai cittadini) sta cercando di declinare in senso democratico radicale le sfide della rappresentanza per il governo pubblico dei Beni Comuni, della sostenibilità ambientale e sociale, della sovranità popolare sui…

Continua a leggere

21 Ottobre 2018

Botswana, il paese africano che si è aiutato a casa sua (senza di noi)

Scritto da: Lorenzo Natella

Aiutiamoli a casa loro, dicono. Innanzitutto, diciamo noi, va premesso che una giusta accoglienza di chi emigra in cerca di una vita migliore prescinde dall’esigenza di creare le condizioni affinché nessuno in futuro debba scappare da fame, guerre o repressione. La necessità che nessuno muoia in mare, la libertà di movimento per i lavoratori, la…

Continua a leggere